All About Jazz Italy feat by Vincenzo Roggero


Kirk Knuffke 

01. Sonny Rollins – Don Cherry – Complete 1963 Stuttgart Concert (RLR Records – 2009)
Sonny Rollins è uno dei miei idoli e questo è uno dei gruppi migliori che io possa immaginare. Con Don (che suona in maniera sorprendente), Billy Higgins e Harry Grimes! E’ una fase artistica di Sonny che mi piace particolarmente.

02. Ives play Ives – The Complete Recordings of Charles Ives at the Piano 1933-1943 (New World Records – 2006)
Dischi sorprendenti registrati dallo stesso Ives a casa sua.
Mi piace ascoltare i compositori suonare la propria musica. Come Harry Partch, Terry Riley e altri. La cosa che sorprende di più è la comunicazione. Si percepisce una immediatezza ed un’emozione che si trovano normalmente solo nelle improvvisazioni.

03. Art Pepper – Renascence (Galaxy Records – 2000)
Uno scintillante live set del 1975. All’inizio del suo ritorno. E non suona affatto come se fosse semplicemente un ingaggio per una serata. Art non si risparmia mai. Lo adoro.

04. BassDrumBone – The Line Up (Clean Feed – 2006)
Ray Anderson, Mark Helias e Gerry Hemingway. Questo gruppo ha più di trent’anni! Hanno una tale confidenza. Trovo il trombone affascinante da ascoltare e da suonare e Ray è uno dei migliori.

05. Pierre Cochereau – Un Testament Musical (Disques Fy & Du Solstice – 1984)
Venticinque improvvisazioni all’organo di Notre-Dame nel 1984. Queste improvvisazioni sono tra le cose più all’avanguardia che abbia mai sentito.

06. Marshall Allen and Lou Grassi – Live at Guelph Jazz Festival (Cadence Jazz records – 2007)
Registrato dal vivo nel 2001. Mi piace davvero ascoltare Lou e Marshall in questo tipo di contesto con così tanta libertà. Da sempre associato a Sun Ra credo che Allen sia un sassofonista sottovalutato.

07. Pee Wee Russell – Coleman Hawkins – Jazz Reunion (Candid – 1962)
Pee Wee. Ho sempre ascoltato Pee Wee Russell. Alcuni musicisti hanno una tale ispirazione che la band può ruotare intorno a loro mentre sono tranquillamente seduti nell’occhio del ciclone. Improvvisazione selvaggia. E che Suono!

08. Jimmy Lyons – Sonny Murray – Jump up (Hat Art – 1980)
Mi sto accorgendo che molto di quello che sto ascoltando in questo periodo è registrato dal vivo. Questo a Willisau. Jimmy non è mai a corto di idee e mi piace il feeling con il tempo. E’ musica che swinga!

09. Michael Attias – Renku in Coimbra (Cleen Feed – 2009)
Mi piace ascoltare i miei amici musicisti. Michael è un sassofonista eccezionale. L’interplay con Satoshi Takeishi e John Hebert è grande. John è uno dei migliori contrabbassisti in circolazione.

10. Sonny Terry and Brownie McGhee – Complete 1938 to 1948 (Jsp Records)
Uno dei più grandi duo di blues di tutti i tempi, con Brownie che suona a stretto contatto con l’armonica virtuosistica di Sonny. Molto ispirato.

+ There are no comments

Add yours