All About Jazz Italy review by Angelo Leonardi


TGB – Evil Things (CF 181)
C’è eclettismo ed originalità nella musica di quest’anomalo trio portoghese (tuba, chitarra elettrica e batteria, dalle cui iniziali prende il nome) che assembla con disinvoltura influenze diverse (momenti hendrixiani o metal, atmosfere alla Ribot, più l’urgenza espressiva dei gruppi di Henry Threadgill) in un progetto abbastanza coerente nella sua metamorfosi ma certo avvincente per chi apprezza le contaminazioni.

La personalità più spiccata è il virtuoso di tuba Sérgio Carolino, che s’esprime con rara veemenza per un solista che ha svolto gran parte della sua carriera in ambito classico (dalla Lisbon Metropolitan Orchestra alla Portuguese Symphonic) ma svela interessi quanto mai diversificati: dal dixieland al rock al jazz sperimentale.

Il chitarrista Mario Delgado è tra i nomi più in vista del jazz portoghese contemporaneo ed il suo quintetto Filactera è stato votato miglior gruppo del 2001. Il batterista Alexandre Frazao vive in Portogallo dal 1987 proveniente da Rio de Janeiro e mostra un drumming concitato e avvincente.

Ogni brano ha una sua caratterizzazione ed i contrasti sono spesso marcati: “Aleister Crowley” ad esempio inizia con un delicato tema folk caratterizzato dai cantabili fraseggi della chitarra acustica per esplodere in un finale da gruppo metal death. Due brani dopo troviamo una delicata versione di “Interplay” di Bill Evans, orchestrata con gusto ed intelligenza.

Un gruppo sicuramente interessante, che può dire qualcosa di nuovo.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=5724

+ There are no comments

Add yours