All About Jazz Italy review by Maurizio Comandini


Eric Boeren – Song for Tracy the Turtle (CF 186)
Ornette Coleman è sempre stata la fonte di ispirazione dichiarata per Eric Boeren e per la sua cornetta. In particolar modo lo è l’Ornette degli inizi o, per meglio dire, del periodo reso immortale dai dischi pubblicati dall’Atlantic.
Anche questo album, ricavato dalla registrazione radiofonica di un concerto che si era tenuto a Bruges alla fine di maggio del 2004, si trova ad essere a cavallo fra la musica di Ornette e il buon free europeo che si è sviluppato nel Vecchio Continente sin dagli anni sessanta. In realtà questo concerto era andato a finire nel dimenticatoio ma è stato poi riscoperto, un po’ per caso, grazie ad un vecchio compagno di scuola che incrociò Eric ad Anversa a fine settembre del 2008. Il tutto è raccontato in maniera divertente dallo stesso Boeren nelle note di copertina.

Il repertorio mischia sapientemente brani originali di Boeren (comunque ispirati ad Ornette e a Don Cherry), brani di Ornette Coleman e uno standard immarcescibile e romantico come “Memories of You” del pianista Eubie Blake. Al fianco di Boeren troviamo l’ottimo Michael Moore col suo sax alto e il suo clarinetto decisamente poco ornettiani, ma allo stesso tempo perfettamente inseriti nel contesto, il bravo bassista Wilbert de Joode e il veterano batterista Paul Lovens, sempre pronto a fornire il suo geniale apporto ritmico alle situazioni free europee più interessanti.

La presa di suono è decisamente buona e il quartetto si esprime con il giusto mix fra abbandono e lucidità che caratterizza i concerti più riusciti. C’è una sorta di straniamento di prospettiva dovuta probabilmente al fatto che Eric Boeren è un cornettista alla testa di un gruppo che si rifa ad un quartetto storico guidato invece da un saxofonista dalla forte personalità. Ma questo è solo un dettaglio che non provoca alcun decadimento nella qualità complessiva.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=5580

+ There are no comments

Add yours