All About Jazz Italy review by Enrico Bettinello


Sten Sandell – Mattias Ståhl – Grann Musik (Neighbour Music)
****
Il rapporto tra pianoforte e vibrafono è sempre vissuto su traiettorie di empatia istintiva: entrambi strumenti di natura percussivo/melodica [sebbene la versatilità del primo non sia comparabile con quella dell’altro], si sono spesso rincorsi nella storia del jazz, andando a braccetto con eleganza [pensiamo a Teddy Wilson e Lionel Hampton, ma ovviamente anche alla coppia John Lewis – Milt Jackson all’interno del Modern Jazz Quartet] oppure avventurandosi su terreni più esplorativi, come nel caso di Andrew Hill e Bobby Hutcherson, ma anche della ‘strana coppia’ Sun Ra – Walt Dickerson.
Quello tra Sten Sandell [pianista tra i più originali della scena svedese, spesso a fianco di Mats Gustafsson] e Mattias Ståhl, che al vibrafono affianca glockenspiel e marimba, è un dialogo che si muove secondo altri canoni, spingendosi talvolta dalle parti di un linguaggio più classico contemporaneo che jazzistico.

Questa annotazione non sia però fuorviante: si tratta di un vocabolario improvvisativo che nulla ha dell’eccessiva astrattezza di molte pagine di “nuova musica” e che anzi, specialmente grazie all’ampiezza di risorse di Sandell risulta sempre vivacissimo e curioso: otto le composizioni istantanee di questo Grann Musik [musica tra “vicini”, a sottolineare ulteriormente la necessaria intimità che sta alla base di un duo di questo tipo], tutte di lunghezza piuttosto contenuta, giocate con un gusto coloristico davvero superlativo e una capacità di bilanciare le differenti “nature” dei due improvvisatori.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=3064

+ There are no comments

Add yours