All About Jazz Italy review by Luca Vitali


Pinton – Kullhammar – Zetterberg – Nordeson – Chant (CF 156)
A Coimbra, patria del fado “accademico,” il festival jazz offre sempre una programmazione molto affine all’estetica dell’ottima etichetta portoghese Clean Feed, e in piena sintonia con il suo patron Pedro Costa. Non è la prima volta che formazioni di area svedese pubblicano per Clean Feed registrazioni live fatte al festival: accadde anche per il tenor sassofonista Fredrik Nordstrom e si ripete ora con Chant.

L’etichetta è attenta ad avanguardia e free jazz, ma come per Nordstrom così ora dà spazio a un lavoro non particolarmente ardito, dall’estetica bop. Energia e forma sono coordinate importanti, e a farsi notare è il particolare equilibrio con cui la formazione si muove tra strutture e improvvisazione, riferibili all’estetica della Blue Note degli anni ’50-’60 di chiara radice afroamericana.

Il lavoro ha avuto origine dalla proposta di Pedro Costa, fondatore della Clean Feed, ad Alberto Pinton, italiano d’origine ma svedese d’adozione, di fare qualcosa con Jonas Kullhammar, Torbjörn Zetterberg e Kjell Nordeson, già mebri dell’ottetto del bassista Torbjörn Zetterberg.

Musica in larga parte improvvisata, basata su accordi musicali ed eseguita ottimamente. L’intensità, l’interazione e l’entusiasmo sono riusciti a fare da collante viste le ottime condizioni della performance: chi assisteva aveva di fronte proprio quello che si aspettava, e i musicisti non potevano che gioire e beneficiare dell’entusiasmo del pubblico e, come si legge nelle note di copertina, sentirsi straordinariamente a proprio agio e coccolati.

Un buon lavoro con qualche sprazzo più esplorativo, ma che si basa principalmente su equilibrio e moderazione, musica e musicisti sempre molto controllati, quasi da meditazione…
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=5153

+ There are no comments

Add yours