All About Jazz Italy review by Maurizio Comandini


CF 131Steve Adams – Surface Tension (CF 131)
La lunga permanenza in un gruppo di grande spessore come il Rova Saxophone Quartet ha certamente impedito a Steve Adams di svolgere una attività come leader che, alla luce dei risultati conseguiti con questo ottimo Surface Tension, avrebbe potuto certamente produrre numerose e preziose testimonianze che auspichiamo possano comunque arrivare in futuro.
Per l’occasione Adams chiama al suo fianco due eccellenti musicisti della West Coast americana come Ken Filiano e Scott Amendola e li coinvolge completamente, dando loro un ruolo di grande importanza nell’economia di questo trio. L’interplay fra questi tre artisti è di primissimo livello e la musica scorre con grande senso della forma senza mai sembrare ingessata o indulgente.

Filiano in particolare sa utilizzare il suo contrabbasso anche per escursioni con l’archetto e sezioni di pizzicato che ampliano le possibilità timbriche e rafforzano gli intrecci ritmici dell’ensemble. Le doti percussive di Scott Amendola sono ben note e si confermano in pieno in questa occasione dove la sua sensibilità dinamica ha la giusta opportunità per essere sempre in grande evidenza.

Il leader utilizza con grande sapienza tutta la famiglia dei sax passando senza alcun sforzo dal sopranino al baritono e aggiunge la timbrica carica di suggestioni e misteri del flauto basso, uno strumento col quale sa esprimersi in maniera formidabile.

Questa musica sembra navigare in una sorta di aura meditativa ma proattiva allo stesso tempo, sospesa fra l’efficienza occidentale e la saggezza orientale. Non mancano sezioni dove il groove si fa intenso per poi lasciare spazio a misteriosi episodi astratti che sembrano illuminati dalla luce della Luna. O forse è quella di Marte.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=4210

+ There are no comments

Add yours