All About Jazz-Italy review by Vincenzo Roggero


Ken Filiano & Quantum Entanglements – Dreams From a Clown Car (CF 207)Valutazione: 4 stelle
Ken Filiano, presenza tra le più assidue nella musica creativa su entrambe le coste degli States, a dispetto delle numerosissime partecipazioni, ha inciso relativamente poco nelle vesti di leader. Qui siamo addirittura ad un debutto, quello del quartetto pianoless denominato Quantum Entanglements. Nelle note di copertina Filiano dichiara come sia sempre stato affascinato dal mondo del circo ed in particolare dai clowns, figure straordinarie in grado di riunire in un unico individuo l’intera gamma di emozioni e di sentimenti dell’animo umano.
Dreams from a Clown Car si può idealmente dividere alla maniera dei vecchi vinili in facciata A – i primi tre brani – e facciata B – i rimanenti quattro. La facciata A ci racconta dell’attesa, dei momenti che precedono lo spettacolo carichi di frenesia, ribollenti di tensione e di concitazione con le urla, i richiami, la confusione, l’inevitabile fermento. La musica sembra fuori controllo, i fiati di Michael Attias e Tony Malaby appaiono come grottesche rappresentazioni di ansie e paure umane.

L’adrenalina scorre a fiumi con la batteria tellurica di Michael T.A. Thompson che scuote violentemente tutto ciò che gli gira intorno, il basso del leader che pulsa provocatorio, una miccia accesa pronta a scatenare il caos. I rarissimi momenti di quiete apparente sono il preludio a improvvise deflagrazioni. Poi arriva la facciata B, si spengono le luci e lo spettacolo comincia. I movimenti sposano la fluidità, scompaiono gli stridori e le dissonanze, prende il sopravvento una sorta di armoniosa rigorosità stilistica e strutturale. La bellezza dei gesti diventa sublime espressione artistica e incantevole poesia, la musica tiene l’ascoltatore con il fiato sospeso come un equilibrista in bilico sulla fune, e si accende la magia di un momento unico e irripetibile. Affascinante.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=6224

+ There are no comments

Add yours