All About Jazz Italy review by Vincenzo Roggero


cf-1242Sean Conly – Re:Action (CF 124)
Il brano iniziale, il celeberrimo “Gazzelloni“ di Eric Dolphy, è l’unico non originale degli undici presenti ma fornisce chiare indicazioni su quale sarà il climax dell’intero album. Che sarà caratterizzato da musica rigorosa, che nulla concede allo spettacolo, si direbbe in termini calcistici, ma va subito al sodo, sfrondando leziosità e numeri da circo.
Interprete di Re:Action, l’album in questione, un quartetto anomalo, ritmica e doppio sax, formato da due musicisti ormai affermati, Tony Malaby e Pheeroan Aklaff, e due emergenti, Michael Attias e Sean Conly, quest’ultimo anche in veste di principale compositore.

La scrittura aperta e al contempo ricca di riferimenti storici costituisce terreno ideale per l’operare dei due fiati: solido, scuro, robusto, roccioso, già un classico quello di Malaby, guizzante e malandrino quello di Attias.

Vi è molta libertà in Re:Action, libertà di pensiero e di azione, vi sono brillanti sezioni nelle quali i quattro musicisti riescono a viaggiare sulla stessa lunghezza d’onda in maniera compiuta e qualche zona d’ombra nella quale il fluire musicale appare un poco farraginoso. Manca il brano memorabile, il pezzo che si ricorda e ti rimane incollato alla pelle ma Re:Action rimane un buon esempio della vitalità che contraddistingue certo jazz americano.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=3623

+ There are no comments

Add yours